.
Annunci online

Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte



Una frase al giorno...
Il grand'uomo ha due cuori:
l'uno sanguina,l'altro sopporta

-Kahlil Gibran


________________
DISCLAIMER
________________

IL PROVERBIO DEL MESE:

DICEMBRE

"Dicembre gelato

non va disprezzato"

NOVEMBRE

"Novembre va in montangna

e abbacchia la castagna"

OTTOBRE

"Ottobre piovoso,

campo prosperoso."

SETTEMBRE

"Aria settembrina fresco la sera

e fresco la mattina."

AGOSTO

"La prima pioggia di agosto

rinfresca il bosco"

LUGLIO
"Luglio soleggiato, vino a

buon mercato"

GIUGNO

"Giugno la falce in pugno"

MAGGIO

"Chi pota di maggio e zappa di agosto

non raccoglie né pane né mosto"
APRILE
"Aprile carciofaio,maggio cilegiaio"

MARZO

"Chi nel marzo non pota la sua vigna,

perde la vendemmia" 

FEBBRAIO

"Non c'è carnevale senza

luna di Febbraio"

GENNAIO

"Gennaio rigoroso anno felice"

UN FRUTTO AL MESE:

DICEMBRE

NOVEMBRE

OTTOBRE

 

SETTEMBRE

AGOSTO

LUGLIO

GIUGNO

MAGGIO

APRILE

MARZO

FEBBRAIO

GENNAIO

UN FIORE AL MESE:

DICEMBRE

NOVEMBRE

OTTOBRE

SETTEMBRE

AGOSTO

LUGLIO

GIUGNO

MAGGIO

APRILE


MARZO

 

FEBBRAIO


GENNAIO

DICEMBRE

NOVEMBRE

OTTOBRE

SETTEMBRE

AGOSTO

 

LUGLIO

 

 

 

 

 

 

GIUGNO

MAGGIO

APRILE

MARZO

DIARI
BUON ANNO
31 dicembre 2015
CULTURA
I Simboli del Capodanno: Uva e Frutta Secca
30 dicembre 2013
Simboli del capodanno ed elementi quindi che non possono mancare la sera del cenone sono l’uva e la frutta secca che come lenticchia sono simbolo di ricchezza e abbondanza. Un proverbio popolare recita “Chi mangia l’uva per Capodanno conta i quattrini tutto l’anno”, così in alcune regioni d’Italia, come in Val d’Aosta o nelle Marche allo scoccare della mezzanotte si usano mangiare dodici acini di uva nera come buon augurio, nelle altre regioni si usa l’uva di qualsiasi colore. Per quanto riguarda la frutta secca in Francia la tradizione vuole che vengano consumate tredici tipologie di frutta secca, mentre in Italia la tradizione è di consumarne sette come ad esempio arachidi, datteri, fichi, mandorle, noci, nocciole e zibibbo…Secondo me anche se  aggiungete  qualche manciata di pistacchi di Bronte arrivate a otto specialità ,non rispettate completamente la tradizione italiana,ma vi deliziate il palato!


 UN FELICE  E SERENO
DIARIO_DI_BORGO

CULTURA
I simboli di Capodanno: le candele
30 dicembre 2012

Le candele sono anch’esse simbolo del Capodanno,sono usate perché un’antica credenza presupponeva che il fumo delle candele sviluppandosi verso l’alto,raggiungesse i cieli ed in particolare gli dei e che questi ultimi rispondessero alle preghiere fatte,pertanto accendere candele durante la notte di Capodanno avrebbe diffuso la luce,oltre a gioia e calore tra i commensali.

Un felice Anno Nuovo

-diario_di_borgo_


sfoglia
ottobre        febbraio